user_mobilelogo

Monika Medek ha studiato canto presso l’Università di Musica e Arti dello Spettacolo prorio nella città della musica, Vienna. Come soprano, Monika ha continuato a coltivare la sua passione frequentando il Conservatorio di Vienna. Dopo la laurea, venne ammessa con successo alla Scuola dell'Opera del Conservatorio dove ha studiato sotto la guida di Lucia Meschwitz e Michael Pinkerton.

Monika è un ex-alunna della classe 2007.

Sviluppando continuativamente il suo sogno di apparire sul palco, Monika ha sviluppato doti di recitazione e di canto; il suo naturale talento è stato affinato nel corso di una formazione multi-annuale presso la scuola di recitazione.

Completati gli studi formali, Monika ha continuato a sviluppare le sue capacità canore. La formazione intensiva è proseguita con Grace Bumbry nella città di Salisburgo e con Helga Meyer-Wagner in Vienna. Ciò permise a Monika di affinare le sue abilità tecniche, interpretative assieme allo sviluppo dei ruolo. Il docente di fonetica italiana è stato Attilio Sanna.

Ha lavorato per classi di Master e produzioni musicali con il regista e compositore Vijay Upadhyaya, con cantanti d'opera quali Grace Bumbry, Kurt Equiluz, Michael Pabst e Sami Kustaloglu che hanno ulteriormente contribuito a sviluppare l’abilità e l’esperienza di Monika come soprano. Monika ha avuto l’onore di esibirsi con pianisti come Norman Shetler e Margit Fussi. Quest’ultima in particolare, ha profondamente influenzato la capacità di Monika di interpretazione dei brani (Lied).


OPERA

2003 debutto di Monika Medek sul palco dell’Opera come:

Prima Donna nel “Flauto Magico” di Mozart presso il Teatro di Baden City a al Teatro Akzent di Vienna. A questo ruolo fecero seguito quelli di

Pamina, nuovamente nel “Flauto Magico”. Da allora Monika ha ispirato il suo pubblico in vari paesi in altre interpretazioni come:

la Madre nella fiaba di Humperdinck "Hänsel e Gretel";

Luigia nel "Viva la Mamma" di Donizetti;

la Bergere e la Pastourelle ne "Les Enfants et les Sortilèges" di Ravel;

Lady Billows nell’"Albert Herring" di Britten;

Giulietta "The Tales of Hoffmann" di Offenbach;

Wellgunde nel "Das Rheingold" di Richard Wagner;

Senta nell’“Olandese Volante“ di Richard Wagner.



OPERETTA

Monika Medek ha aperto il Novembre 2012 nelle Operette

La Baronessa Adelaide in Carl Zeller’s “Der Vogelhändler” (The Bird Seller).

Ha inoltre interpretato Bronislawa nel “Der Bettelstudent” di Karl Millöcker durante il Festival Viennese del Maggio 2013, Öffentliche Meinung in “Orfeo all’inferno” di Jacques Offenbach, e la Principessa Maria sempre nel Vogelhändler di Zeller.


CONCERTI

Le sue performance da solista hanno condotto Monika in tutta Europa e in seguito in Estremo Oriente, tra cui spiccano le esperienze vissute in Giappone e Thailandia, dove si è esibita come solista in Opere, Operette e Lied. Monika è anche apparsa in concerto con diversi cori e orchestre illustri, tra queste grandi produzioni si ricordano:

il Te Deum di Georges Bizet,

il Stabat Mater di Antonín Dvorák,

il Requiem di Gabriel Fauré,

il Requiem di Giuseppe Verdi,

il Requiem Germanico di Johannes Brahms, così come entrambe le prestazioni soprano (solista).

Il Lobgesang (Inno di lode) di Felix Mendelssohn-Bartholdy (Seconda Sinfonia).

 

Accompagnata dall’Orchestra Sinfonica Schubert di Vienna, diretta da Vijay Upadhyaya, Monika ha eseguito in duetto opere di Mozart presso la Sala Grande dell’Associazione Musicale.

 

Il 19 Maggio 2014 è stato un punto di svolta nella carriera di Monika, con la prima comparsa nella Sala Grande del Konzerthaus di Vienna cantando come soprano un Requiem tedesco di Johannes Brahms, condotto da Vijay Upadhyaya.

Nel dicembre 2014 apparirà di nuovo presso la Sala Grande del Konzerthaus questa volta, condotto sempre da Vijay Upadhyaya - Prima Sinfonia “Gebetsfahnen” sarà portato alla vita.


CANZONE

Monika Medek ha un repertorio in continua espansione nella categoria Lied. Si esibisce regolarmente con il pianista Margit Fussi. 

Monika Medek ha studiato canto presso l’Università di Musica e Arti dello Spettacolo prorio nella città della musica, Vienna. Come soprano, Monika ha continuato a coltivare la sua passione frequentando il Conservatorio di Vienna. Dopo la laurea, venne ammessa con successo alla Scuola dell'Opera del Conservatorio dove ha studiato sotto la guida di Lucia Meschwitz e Michael Pinkerton.

Monika è un ex-alunna della classe 2007.

Sviluppando continuativamente il suo sogno di apparire sul palco, Monika ha sviluppato doti di recitazione e di canto; il suo naturale talento è stato affinato nel corso di una formazione multi-annuale presso la scuola di recitazione.

Completati gli studi formali, Monika ha continuato a sviluppare le sue capacità canore. La formazione intensiva è proseguita con Grace Bumbry nella città di Salisburgo e con Helga Meyer-Wagner in Vienna. Ciò permise a Monika di affinare le sue abilità tecniche, interpretative assieme allo sviluppo dei ruolo. Il docente di fonetica italiana è stato Attilio Sanna.

Ha lavorato per classi di Master e produzioni musicali con il regista e compositore Vijay Upadhyaya, con cantanti d'opera quali Grace Bumbry, Kurt Equiluz, Michael Pabst e Sami Kustaloglu che hanno ulteriormente contribuito a sviluppare l’abilità e l’esperienza di Monika come soprano. Monika ha avuto l’onore di esibirsi con pianisti come Norman Shetler e Margit Fussi. Quest’ultima in particolare, ha profondamente influenzato la capacità di Monika di interpretazione dei brani (Lied).


OPERA

2003 debutto di Monika Medek sul palco dell’Opera come:

Prima Donna nel “Flauto Magico” di Mozart presso il Teatro di Baden City a al Teatro Akzent di Vienna. A questo ruolo fecero seguito quelli di

Pamina, nuovamente nel “Flauto Magico”. Da allora Monika ha ispirato il suo pubblico in vari paesi in altre interpretazioni come:

la Madre nella fiaba di Humperdinck "Hänsel e Gretel";

Luigia nel "Viva la Mamma" di Donizetti;

la Bergere e la Pastourelle ne "Les Enfants et les Sortilèges" di Ravel;

Lady Billows nell’"Albert Herring" di Britten;

Giulietta "The Tales of Hoffmann" di Offenbach;

Wellgunde nel "Das Rheingold" di Richard Wagner;

Senta nell’“Olandese Volante“ di Richard Wagner.



OPERETTA

Monika Medek ha aperto il Novembre 2012 nelle Operette

La Baronessa Adelaide in Carl Zeller’s “Der Vogelhändler” (The Bird Seller).

Ha inoltre interpretato Bronislawa nel “Der Bettelstudent” di Karl Millöcker durante il Festival Viennese del Maggio 2013, Öffentliche Meinung in “Orfeo all’inferno” di Jacques Offenbach, e la Principessa Maria sempre nel Vogelhändler di Zeller.


CONCERTI

Le sue performance da solista hanno condotto Monika in tutta Europa e in seguito in Estremo Oriente, tra cui spiccano le esperienze vissute in Giappone e Thailandia, dove si è esibita come solista in Opere, Operette e Lied. Monika è anche apparsa in concerto con diversi cori e orchestre illustri, tra queste grandi produzioni si ricordano:

il Te Deum di Georges Bizet,

il Stabat Mater di Antonín Dvorák,

il Requiem di Gabriel Fauré,

il Requiem di Giuseppe Verdi,

il Requiem Germanico di Johannes Brahms, così come entrambe le prestazioni soprano (solista).

Il Lobgesang (Inno di lode) di Felix Mendelssohn-Bartholdy (Seconda Sinfonia).

 

Accompagnata dall’Orchestra Sinfonica Schubert di Vienna, diretta da Vijay Upadhyaya, Monika ha eseguito in duetto opere di Mozart presso la Sala Grande dell’Associazione Musicale.

 

Il 19 Maggio 2014 è stato un punto di svolta nella carriera di Monika, con la prima comparsa nella Sala Grande del Konzerthaus di Vienna cantando come soprano un Requiem tedesco di Johannes Brahms, condotto da Vijay Upadhyaya.

Nel dicembre 2014 apparirà di nuovo presso la Sala Grande del Konzerthaus questa volta, condotto sempre da Vijay Upadhyaya - Prima Sinfonia “Gebetsfahnen” sarà portato alla vita.


CANZONE

Monika Medek ha un repertorio in continua espansione nella categoria Lied. Si esibisce regolarmente con il pianista Margit Fussi.